Serie BKT 38esima giornata Crotone batte 3-0 l’Ascoli e conquista la salvezza

Crotone   3
Ascoli      0

Marcatori: Simy 40°, Pettinari 47°, Benali 56°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Vaisanen, Spolli (Cuomo), Marchizza, Sampirisi, Barberis, Zanellato (Gomelt), Benali, Molina, Kargbo (Pettinari), Simy. All. Stroppa

Ascoli (4-3-1-2): Lanni, Laverone, Padella, Quaranta, D’Elia, Iniguez, Ninkovic (Baldini), Cavion, Frattesi (Coly), Ardemagni, Chajia (Troiano). All. Vivarini

Arbitro: Fabio Piscopo di Imperia
Ass. di linea: Opromolla – Di Gioia
Quarto giudice: Fabio Pirrotta di Barcellona
Angoli: 6 a 5 per l’Ascoli
Recupero: 2 e 3 minuti
Spett. tot. 10.565 € 42.769; biglietti 6.401 € 12.401; abbonati 4.164 rateo € 30.067

Mister Stroppa in sala stampa nel dopo partita: “questo risultato è da condividere con tutti coloro che rappresentano la società, addetti alla manutenzione del terreno e magazzinieri per l’ottimo lavoro. La qualità di una squadra si esalta anche con il buon terreno che è alla base per un determinate tipo di gioco. Le strutture calcistiche che ho trovato a Crotone sono da serie A. Potevamo centrare altri obiettivi, se però, ad inizio stagione si sarebbe fatto un altro tipo di discorso pensando alla serie B. Accetto di ripartire col Crotone anche la prossima stagione se ci saranno i presupposti”. Per mister Vivarini, allenatore Ascoli, la sua squadra è arrivata a fine stagione scarica avendo ottenuto la salvezza con tre giornate d’anticipo”.
Contro i marchigiani del tecnico Vivarini il Crotone non stecca l’ultima di campionato e chiude la stagione con il traguando della salvezza. Polemiche, delusioni e anche qualche soddisfazione scaturita nel corso delle trentotto partite sono alle spalle, ora tutti in vacanza, i calciatori naturalmente. I tifosi continueranno a parlare di calcio pensando a come sarà il prossimo campionato, il ruolo del Crotone e con quale allenatore lo affronterà, i giocatori che saranno ceduti e quelli che rimarranno. Ma a parte tutto questo, l’ultima partita dell’Ezio Scida è stata evasa dagli uomini di mister Stroppa in maniera positiva, e non era scontato. Gli avversari non avendo più nulla da chiedere alla classifica (Ascoli già salvo da tre giornate) hanno giocato senza patemi e con assoluta scioltezza. Compromettere un’intera stagione, in particolare la seconda parte, con l’ultimo incontro casalingo avrebbe potuto creare anche qualche contraccolpo negli incontri play-out. Indisponibili Curado per motivi fisici e Golemic squalificato, mister Stroppa ha potuto utilizzare fin dall’inizio Spolli difensore centrale, Sampirisi quarto centrocampista, Benali centrocampista, Kargbo al fianco di Simy come seconda punta.
Mister Vivarini ha dovuto conciliare la formazione con l’assenza dello squalificato centrocampista Casarini e con gli indisponibili Bacci, Brosco, Ciciretti, Beretta, Rossetti, Ganz, Ngombo. Le novità rispetto alla precedente formazione sconfitta a Palermo hanno riguardato Quaranta difensoe centrale, Iniguez centrocampista esterno, Ninkovic mediano centrale, Frattesi alle spalle dei due attaccanti.
Cronaca: E’ il Crotone a battere il calcio d’inizio e s’intravede subito la volontà dei pitagorici nel cercare la rete del vantaggio. Ottavo minuto Simy appoggia il pallone a Kargbo che da dentro l’area non concretizza. Dodicesimo minuto assolo di Benali verso la porta avversaria senza riuscire a calciare il pallone. Primo tiro degli ospiti al minuto quattordici con Frattesi che manda il pallone oltre la traversa.
Azione offensiva pericolosa degli ospiti al minuto ventuno con Chejia, Cordaz pronto alla respinta del pallone in angolo. Non si disunisce il Crotone ed al minuto ventisei Zanellato da fuori area manda il pallone a sfiorare il palo alla destra di Lanni. Il Crotone vuole il gol. A realizzarlo al minuto quaranta è sempre lui, Simy. Il nigeriano ricevuto il pallone da Molina sul lato sinistro non ha difficoltà a metterlo dentro. Quattordicesimo gol stagionale del pitagorico e grande tripudio sulle gradinate. La promozione di Simy a punta effettiva dopo l’andata via di Budimir l’ha trasformato in goleador di razza. Dieci gol realizzati nel girone di ritorno.
Migliori del primo tempo l’intera formazione pitagorica che ha saputo bene interpretare le consegne ricevute dal tecnico. Ardemagni e la difesa ospite sulla sufficienza. Quarantasettesimo minuto è il momento di Pettinari goleador. L’attaccante, subentrato a Kargbo al minuto trentotto, mette dentro il pallone del doppio dopo averlo ricevuto da Simy. Secondo gol stagionale dopo quello realizzato a Verona. Non è finita in fatto di gol a favore del Crotone. Minuto cinquantasei il centrocampista Benali mette dentro il terzo pallone e si porta a cinque gol stagionali. i minuti successivi un bel vedere per i tifosi. Pitagorici in gran spolvero alla ricerca di altre segnature. Termina con cinque gol a favore del Crotone e tre gol subiti il doppio confronto con l’Ascoli.