...


Celebrata la Giornata dell’Infanzia alla Scuola “Don Bosco” di Cirò Marina, Ambasciatrice Unicef dal 1980

Una Giornata mondiale a difesa dell’Infanzia che quest’anno ha un significato “ancora più importante e particolare”, a causa del difficile momento causato dalla pandemia

La Redazione

Cirò Marina, venerdì 20 Novembre 2020.

La Giornata dell’Infanzia celebra, il 20 novembre di ogni anno, l’adozione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, approvata dall’Assemblea Generale dell’Onu nel 1989 e ratificata dall’Italia nel 1991: 54 articoli che definiscono i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e i doveri delle comunità che se ne prendono cura. Una Giornata mondiale a difesa dell’Infanzia che quest’anno ha un significato “ancora più importante e particolare”, a causa del difficile momento causato dalla pandemia. Per i giovanissimi, infatti, “che soffrono più di chiunque altro le tante limitazioni imposte dalla crisi sanitaria, è oggi più importante che mai pensare a un futuro oltre il Covid-19″.
Per più della metà dei bambini al mondo, la possibilità di vivere l’infanzia che meritano e alla quale semplicemente hanno diritto continua ad essere solo un lontano miraggio e ogni giorno, sulla loro pelle, devono fare i conti con le conseguenze disastrose dei conflitti, della povertà o delle discriminazioni. Nel mondo tanti, troppi bambini continuano a morire ogni giorno perché non hanno cibo, acqua o cure mediche. E sono tantissimi quelli che non possono andare a scuola perché vivono in zone di guerra o perché sono costretti ad andare a lavorare, cosi’ come milioni di bambine e ragazze diventano adulte troppo presto perche’ costrette a sposare uomini spesso piu’ grandi di loro.

La scuola secondaria di primo grado “Don Bosco” di Cirò Marina ha promosso una iniziativa per ricordare i diritti dell’infanzia nella 31esima Giornata ufficiale. Essendo la scuola Ambasciatrice Unicef dal 1980, e avendo ogni hanno contribuito con le sue iniziative alla raccolta fondi, quest’anno ha voluto ricordare la Convenzione realizzando un video. Sono state coinvolte le classi IB-IIB-IIID. Il progetto è nato dalla collaborazione delle Commissioni Legalità e Continuità che hanno organizzato il lavoro in due fasi: nella prima fase gli alunni hanno studiato e commentato in classe gli articoli della Convenzione, mentre nella seconda fase i ragazzi hanno scelto di rappresentare i diritti attraverso dei filmati, da loro interpretati. Un lavoro intenso che ha visto coinvolti alunni, genitori e sanitari dell’Asp n.5 di Cirò Marina nella figura della dr.ssa Giuseppina De Novara e della sua assistente Debora Arlia. Il progetto è stato coordinato dalla prof.ssa Simona Caparra che, attraverso la voce dei giovani, è riuscita ad emozionare trasmettendo un messaggio importante spesso dimenticato: i bambini devono vivere felici!

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *