1

Cirò Marina, Premio internazionale “Conoscere le nostre radici” e presentazione libro ”Riflessioni di un brigante”

Francesca Gallello, con la sua poesia socio culturale, con il suo impegno sociale a favore della non violenza sulle donne e i suoi numerosi impegni culturali e sociali e di interscambio culturale con altri paesi, in queste ultime serate ha animato la piazza della città con due significative iniziative che hanno posto l’accento sul tema del brigantaggio e la questione meridionale più in generale e, in una serata successiva, attraverso la realizzazione del Premio internazionale “Conoscere le nostre radici”, durante il quale, con motivazioni diverse, sono stati assegnati riconoscimenti a personalità della cultura che hanno contribuito con il loro lavoro e impegno a dare visibilità e lustro alla nostra terra, alla nostra città,  alla cultura. ”Riflessioni di un brigante” è stato su questo primo libro di poesie di Massimo Natale, di professione medico chirurgo, nato a Caserta, sposato con una nostra concittadina, che si è sviluppata una interessante riflessione sul fenomeno del brigantaggio, debellato nel 1864, ma scaturito dall’insofferenza e a dall’oppressione, che ha causato morti, eccidi e che attraverso le sue poesie, lette da Lucia Sacco, Dirigente del Polo D’Infanzia baby Kinder Park,   Massimo Natale “ha denudato la sua anima colma di rabbia e di dolore, mostrando il suo dolore profondo verso la terra del sud e i suoi abitanti. Una ricostruzione puntuale della storia del risorgimento italiano, della questione meridionale e del fenomeno del brigantaggio, “nato per necessità e povertà” che ancora oggi è questione irrisolta. Nella seconda serata è stata la volta della consegna dei riconoscimenti internazionali del premio Radici. Si sono succeduti sul palco, Michele Caccamo, scrittore, poeta, paroliere e drammaturgo calabrese di Taurianova..Le sue opere sono state pubblicate e tradotte in Egitto, Yemen, Indonesia, Siria, Palestina, Sud Asia, Russia, Cile, Argentina, Messico, Spagna, Francia, Stati Uniti. È riconosciuto dal mondo della cultura araba come “Poeta della fratellanza”.. Paolo Cerrelli, noto libraio di Crotone, dove la sua libreria è più che conosciuta: è un’istituzione! La libreria Cerrelli da sempre è stata e continua ad essere un punto di riferimento degli alunni crotonesi e, negli ultimi anni, un grande punto di riferimento per la cultura cittadina. Incontri con gli scrittori, serate musicali, eventi culturali, dibattiti cittadini, dal piccolo salotto del libraio Cerrelli sono nate tra le più belle serate culturali della città. Eugenio Attanasio, regista e operatore culturale, è Presidente della Cineteca della Calabria sin dalla sua fondazione. Avvocato, nato a Catanzaro nel 1964 lega le sue attività in campo artistico, tra cinema e teatro, alla Cooperativa Nuova Ipotesi e al Teatro Masciari del quale diventa direttore artistico dal 1992 al 2001. Ha curato pubblicazioni, progetti formativi, rassegne e Festival. L’amicizia con Vittorio de Seta, del quale la Cineteca della Calabria conserva l’opera omnia, lo avvicina alla cultura del territorio e al documentario etnografico. Per il cinema ha girato Melissa 49/99 (1999) Il caso Misiano (2005) In Cammino Con Gioacchino (2016) L’ultima Fattucchiera( 2017) , Gangale (2016) Rotella fuori Posto (2018). Per l’impegno e la promozione del nostro territorio, infine sono stati premiati, Enrica Mistretta, nota soprano che si è esibita durante la premiazione,  Simmarco Natale, figlio di Massimo Natale, Antonio Malena, noto ultimo orologiaio della città che negli ha dovuto abbandonare la sua artigianalità causa crisi pandemica, ma che ha lanciato il messaggio per la formazione di una scuola artigianale per orologiai, e, infine, l’Associazione “Città pulita” che operativa da più anni, ha volontariamente, con il contributo di imprenditori che hanno fornito il materiale e l’operosità dei suoi soci, abbellito e continua ad abbellire la città, sistemando aiole, spazi verdi  e più in generale il decoro urbano, senza per questo, come ha ripetutamente affermato il loro presidente, Francesco De Simone, avuto mai alcuna controparte economica nè dal Comune ne da altri. Solo spirito di puro volontariato e amore per la città. Sono stati altresì presentati dagli autori il libro del giovane poeta, Alessandro Terminelli, e quello di Luigi Marrazzo. Una serata che ha parlato di cultura, di amore, conoscenza delle eccellenze della nostra terra di Calabria, temi sottolineati in apertura dall’assessore alla cultura della città, Virginia Marasco, intervenuta anche a nome del Sindaco e dell’intera amministrazione comunale che ha sottolineato e ringraziato Francesca Gallello, per avere contribuito e offrire alla città due momenti di conoscenza e approfondimento culturale. Ora la scrittrice, come ci ha riferito, sarà impegnata alla promozione della sua candidatura alle prossime consultazioni regionali nella lista con De Magistris.