Cirò Marina, l’opposizione chiede un Consiglio Comunale: “troppi problemi e poca trasparenza”

Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei consiglieri comunali, Giuseppe Dell’Aquila, Nicodemo Filippelli, Giuseppe Russo e Antonio Pace.

Dall’inizio di questa legislatura abbiamo sempre avuto un atteggiamento responsabile ed equilibrato nel rispetto delle istituzioni e del ruolo di opposizione che ci è stato assegnato dai cittadini.
Più volte in questi mesi abbiamo chiesto un cambio di passo ed aperto le porte ad un dialogo costruttivo, sempre però rimandato da una maggioranza chiusa e autoreferenziale su troppi temi che riguardano l’interesse della collettività come sanità, ambiente, turismo, emergenza idrica, infrastrutture, verde pubblico, pineta comunale, agricoltura e servizi sociali.
Arrivati a questo punto della legislatura ammettiamo di essere seriamente preoccupati per l’andamento delle cose e di questa fase di immobilismo perenne. Inoltre vorremmo conoscere e chiarire alcune situazioni, soprattutto alla luce dei fatti emersi nelle ultime settimane per il quale il modo gestionale di questa amministrazione ha messo Cirò Marina nuovamente al centro dell’attenzione su temi ancora tanto delicati.
Vorremmo essere messi nelle condizioni di partecipare ad una gestione più attiva e trasparente dell’ente ed essere informati di tutti i problemi che bloccano il processo di ripresa e sviluppo. Per questo chiediamo all’amministrazione comunale, ed a tutti i Consiglieri di Maggioranza, l’immediata convocazione di un consiglio comunale in cui venga data a tutti la possibilità di conoscere e chiarire alcune situazioni. E durante la stessa confrontarsi sul futuro e sui problemi che riguardano la cittadina e la macchina amministrativa.