Warning: session_start(): open(/var/www/clients/client2/web3/tmp/sess_f8b5bc467bd1cfd989fb740973a58b7d, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/clients/client2/web3/web/wp-content/plugins/resize-images-before-upload/resize-images-before-upload.php on line 14

Warning: session_start(): Failed to read session data: files (path: /var/www/clients/client2/web3/tmp) in /var/www/clients/client2/web3/web/wp-content/plugins/resize-images-before-upload/resize-images-before-upload.php on line 14
Minaccia ed oltraggia i carabinieri, arrestata casalinga |
...


Minaccia ed oltraggia i carabinieri, arrestata casalinga

All’alt dei militari fa inversione e si dà alla fuga per le vie del paese

Comunicato dei Carabinieri

Girifalco, giovedì 31 Gennaio 2013.

Nella serata di martedì, i militari della Stazione CC di Girifalco hanno tratto in arresto per minaccia grave a pubblico ufficiale oltraggio, Melina Maria cl.’77 di Girifalco, casalinga, pregiudicata, residente in Girifalco. I militari impegnati nel consueto servizio di controllo del territorio per le vie del comune, hanno notato la vettura della Melina e hanno intimato l’alt per effettuare un normale controllo, quest’ultima ha effettuato una pericolosa inversione di marcia e si è data alla fuga per le vie del paese, prontamente bloccata dopo poche centinaia di metri. All’atto del successivo controllo, i militari hanno compreso il motivo della fuga, infatti la Melina guidava il suo suv, un Hyunday Santa Fé, sprovvista di assicurazione, pertanto i Carabinieri hanno proceduto ai sensi del C. di S. al sequestro del mezzo e alla relativa contravvenzione. Una volta compreso che la macchina non sarebbe stata più in suo possesso, la Melina è andata in escandescenza, minacciando e oltraggiando i militari che si erano attenuti a quanto previsto dalla norme. Condotta in caserma, la Melina è stata dichiarata in arresto e accompagnato al suo domicilio in regime restrittivo. Nella mattinata odierna il G.I.P. presso il Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto, rimettendo in libertà la stessa.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *