...


Belvedere Spinello: ragazzino brucia nido d’ape, individuato dai Carabinieri

Il Sindaco riconoscendo nei genitori del minore una famiglia perbene, perdonava il gesto vandalico comunicando espressamente ai militari della locale Stazione di non voler procedere a vie legali

Comunicato dei Carabinieri

Belvedere Spinello, giovedì 29 giugno 2017.

Belvedere Spinello- ragazzino brucia nido d’ape, individuato dai Carabinieri1Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Belvedere Spinello sono intervenuti in via Gramsci poiché era stato segnalato un portoncino che presentava segnali di annerimento derivante da fiamme autoestintesi.

Il portoncino in questione, sito al civico 70, risulta essere l’ingresso dello studio legale della consorte del Sindaco Rosario Macri’.

Dagli immediati accertamenti espediti dal Comandante della Stazione Carabinieri è risultato che un ragazzino a bordo di un motorino, transitando per quella via nel corso della notte, rinveniva un nido d’api proprio davanti all’ingresso del civico 70 decidendo quindi di cospargere lo stesso di liquido infiammabile e dargli fuoco.

Belvedere Spinello- ragazzino brucia nido d’ape, individuato dai Carabinieri2Stamattina, durante il sopralluogo si aveva quindi possibilità di notare l’annerimento del manto stradale su cui versava la carcassa del nido d’api, e l’annerimento del gradino e della parte inferiore del portoncino.

Successivamente, grazie all’acquisizione di immagini di alcune telecamere e di acquisizioni testimoniali, i militari accertavano l’identità del minore, un 16 enne del posto, il quale confessava la marachella, riportando tutta la situazione ad una mera bravata da ragazzini.

Belvedere Spinello- ragazzino brucia nido d’ape, individuato dai Carabinieri3Il Sindaco riconoscendo nei genitori del minore una famiglia perbene, perdonava il gesto vandalico comunicando espressamente ai militari della locale Stazione di non voler procedere a vie legali.

Alla fine quindi, si è trattato solo di un semplice gesto vandalico di un minorenne, che ha creato non poche apprensioni in tutto il paese.

Salva



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>