...


Cariati, il plesso G. Di Napoli senza studenti, la protesta silenziosa delle Mamme

Sono giorni che, nel silenzio generale, le mamme degli studenti del plesso G. Di Napoli hanno iniziato, martedì 6 febbraio, una protesta e deciso di non portare i bambini nelle aule

La Redazione

Cariati, domenica 11 febbraio 2018.

Cariati, il plesso G. Di Napoli senza studenti, la protesta silenziosa delle MammeIl motivo di questa situazione è da ricercare nel non funzionamento dell’impianto di riscaldamento che ha causato forti disagi per molti giorni, durante i quali i bambini sono stati costretti a dover seguire le lezioni con tanto di giubbotti, sciarpe e cappellini.
Una situazione ancora più paradossale se si pensa che la scuola, nonostante l’assenza degli alunni, stia rimanendo, di fatto, lo stesso aperta!
Dopo giorni di sopportazione, dunque, le mamme si sono autodeterminate con la protesta.
Siamo venuti a conoscenza che il problema venne già segnalato all’amministrazione comunale uscente da circa un anno e che con la solita scusa dei bilanci, la caldaia non è stata sostituita.
Un problema di poco conto a cui non si è voluta porre soluzione e che oggi è diventato enorme!
Ci ritroviamo, anche in questo caso, nuovamente in quelle condizioni in cui con la scusa dei bilanci e delle “priorità” si lascia una scuola senza riscaldamenti mentre, tramite gli affidamenti diretti e incarichi, dei soldi pubblici si è fatto uso e consumo.
Siamo fiduciosi che il Commissario possa risolvere celermente questa bruttissima situazione in cui, con dispendio ulteriore di denaro pubblico, le scuole rimangono aperte mentre i giovani alunni rimangono a casa a causa del freddo!
Nel frattempo, come Comitato CariatiPulita, esprimiamo massima solidarietĂ  nei confronti delle famiglie e degli alunni che continueranno questa protesta fino a quando la situazione non verrĂ  risolta e siamo pronti a qualsiasi iniziativa in sostegno del diritto allo studio.
A renderlo noto è il Comitato Cariati Pulita

13 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *