Il ristorante “L’Aquila d’Oro” di Cirò, tra i 20 migliori ristoranti da non perdere nella Regione del futuro gastronomico mediterraneo

Elisabetta Cariati e il Marito

Il ristorante “L’Aquila d’Oro” di Cirò, tra i 20 migliori ristoranti da non perdere nella Regione del futuro gastronomico mediterraneo- “Città e paesi da mangiare e bere: Wine & Food Calabria” di Luciano Pignataro giornalista, scrittore e gastronomo italiano. “Siamo convinti che la Calabria -scrive Pignataro- è la nuova frontiera della gastronomia: una regione da scoprire, con prodotti straordinari e inimitabili, una cultura enorme sulle materie prime, nuove generazioni che reinterpretano il territorio e che non stanno lì a lamentarsi. In Calabria trovate tutto, prosegue: montagna, mare, colline, vini da sballo, olio da aprire le porte del Paradiso, ortaggi superbi a chilometri zero”. Da luglio la storica trattoria di Cirò condotta da Elisabetta Cariati e famiglia ha cambiato sede dove le ricette sono senza se e senza ma. Adesso il locale si trova su un punto panoramico, si affaccia sulla macchia mediterranea che corre verso il mare. La cucina è rimasta invariata, scrive l’esperto gastronomo. “Un tuffo – letteralmente – nella cucina antica calabrese, con materie prime eccellenti, quasi tutte di produzione propria e a km zero. Salsiccia e soppressata come non ne hai mai assaggiate, la ricotta fritta, le frittelle di sambuco, la sardella da urlo, i maccheroni a ferretto fatti davanti a noi, il capretto con le patate tagliate a mano… un tripudio di sapori che esplodevano in bocca e si placavano nel cuore”. Questo rappresenta la nuova frontiera della cucina cirotana verso un turismo enogastronomico a chilometri zero, pluripremiato da molte riveste specializzate.