Più corto o senza la proboscide: e la F1 si rifà il muso