...


Serie BKT 29esima giornata il Crotone (1-1) contro il Chievo annulla sul finale l’allungo nei confronti del Frosinone

Pitagorici ancora al secondo posto solitario ma devono lavorare duramente per tornare ai precedenti livelli

Giuseppe Livadoti

CROTONE, domenica 21 Giugno 2020.

Un
punto conquistato è sempre positivo quando non penalizza la classifica e rimane
inalterata la distanza dagli inseguitori. La vittoria, inutile dirlo, sarebbe
stata ancora meglio giacché avrebbe consentito di allungare sul Frosinone,
terzo in classifica, che non è andato oltre il pareggio ad occhiali in quel di
Trapani. Non tutto è trascorso per il meglio per quanto riguarda il Crotone nel
corso dell’intera partita. Troppi passaggi sbagliati in maniera grossolana a
centrocampo, e quando il reparto mediano non funziona bene per tutti i novanta
minuti, più recupero, si consente agli avversari di fare del male. Così è stato
specie nella seconda parte dell’incontro quando gli Squali cominciavano ad
accusare lentezza nei disimpegni, specie in difesa, e scarsa propensione
offensiva.

I
cinque cambi avrebbero dovuto consentire a mister Stroppa di sopperire a questa
deficienza, invece troppo tempo è trascorso per effettuare le ultime due
sostituzioni e questo ha contribuito a fare pagare pegno al Crotone a proposito
del risultato finale.

Zanellato
(impreciso negli scambi ed inconcludente sotto porta) ha accusato la lunga
assenza di quasi sette mesi dai campi di calcio e non poteva essere al top
della forma, forse sarebbe stato meglio utilizzarlo in corso d’opera o essere
sostituito prima. Simy (mai in posizione per effettuare un tiro in porta)
evidenziavano segni di stanchezza giĂ  a metĂ  della ripresa. Cuomo, senza
infamia e senza lode la sua prestazione, è stato sotto la sufficienza per il
grossolano errore commesso al minuto 87 quando ha consentito a Ceter di mandare
dentro il pallone di testa. Gerbo a destra ha stentato negli affondi e la sua
sostituzione con Mustacchio è arrivata al momento opportuno. Lopez doveva
rappresentare la sorpresa in positivo del Crotone quando Armenteros era fermo
sulle gambe dall’inizio della ripresa. L’ingresso dell’argentino a tempo quasi
scaduto, nel momento in cui il Chievo pareggiava con Ceter, si è rivelato
inutile. Tutto da rifare per quanto riguarda il consolidamento della seconda
posizione e questo per il Crotone dovrĂ  avvenire nelle due prossime trasferte a
Perugia e Ascoli.

In
Umbria rientrerà Messias e non è poca cosa. Mancherà Barberis che sarà
squalificato per somme d’ammonizioni.  

Per
quanto riguarda lo spettacolo in generale sul terreno dello Scida, è stata una
brutta impressione e tanta commozione prima del calcio d’avvio nel vedere lo
stadio senza il principale protagonista, il tifoso sulle gradinate, e osservare
i giocatori immobili attorno al cerchio di metĂ  campo per il minuto di
raccoglimento nel ricordo delle tante vittime provocate da COVID-19. Senza
alcun dubbio, l’attuale campionato sarà ricordato negli anni a seguire come la
stagione del Coronavirus che tanto disastro ha provocato alle popolazioni di
tutto il Mondo.

Inizio
delle ostilitĂ  tra Crotone e Chievo 
(l’incontro si sarebbe dovuto giocare sabato 14 marzo alla stessa ora)
in un bel pomeriggio di caldo e questo inciderĂ  sui ritmi della partita.

La
continuitĂ  degli ultimi quattro successi consecutivi, conquistati prima dello
stop per l’evento Coronavirus, era il passa parola dei pitagorici contro i
veneti di Aglietti. La stessa concentrazione e determinazione evidenziata nel
corso della stagione, il Crotone come già detto non l’ha messa in essere contro
il Chievo per conquistare il quinto successo consecutivo ed aggiungere alla
classifica altri tre importantissimi punti.

Di
piĂą gli Squali avrebbe potuto fare contro una squadra che ha saputo gestire
meglio l’intera partita.

Gli
undici iniziali scelti dal tecnico di casa mancavano di Messias, assente per
squalifica, sostituito da Armenteres, Curado rimpiazzato in difesa da Cuomo, e
Crociata ha lasciato il posto a Zanellato di ritorno in formazione dopo
un’assenza di sette mesi, ultimo incontro 13esima giornata in quel di Benevento.
Pensando alla prossima trasferta giĂ  tutti al lavoro senza sosta presso il
centro sportivo Antico Borgo. La stagione è ripartita e dalla prossima giornata
sarà veramente calcio vero se i tifosi potranno assistere all’incontro.

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *