...


“Plastic free” per una scuola sostenibile al Liceo Classico D. Borrelli di Santa Severina

Il tema dell’ambiente è tra i più delicati del nostro tempo, in particolare riguardo alla riduzione degli sprechi e degli agenti inquinanti

La Redazione

Santa Severina, giovedì 01 Ottobre 2020.

Il tema dell’ambiente è tra i più delicati del
nostro tempo, in particolare riguardo alla riduzione degli sprechi e degli
agenti inquinanti. L’Agenda
2030 per lo sviluppo sostenibile ci invita ad educare alla cittadinanza e alla sostenibilità
nella scuola della realtà. Il
mondo della scuola, inteso come luogo di formazione di coscienza civica e
sociale, d’altronde, da tempo sta dimostrando sensibilità e attenzione
attraverso campagne di informazione e di disseminazione di buone pratiche tra i
cittadini di domani.

Il successo recente, soprattutto fra i giovani, di
alcune iniziative mondiali di protesta contro l’inerzia dei governi di fronte
ai sempre più gravi problemi ambientali, mostra chiaramente che in questa
generazione è forte la preoccupazione per la salute del nostro pianeta.

L’I. O. Borrelli si inserisce in questo quadro sia
attraverso iniziative già in atto – come i contenitori per la raccolta
differenziata nell’istituto – sia con la distribuzione di borracce a tutti gli
studenti, finalizzata a ridurre il consumo della plastica a scuola. La consegna
è iniziata dalle classi prime del Liceo Classico e dell’ITT e proseguirà nei
prossimi giorni.

L’istituto mira ad eliminare l’uso di bottigliette in plastica nel corso dell’a.s. 2020/2021. La scuola è investita di compiti assai rivelanti: i futuri cittadini devono conoscere, costruire, padroneggiare. Ovvero a loro è richiesta una cittadinanza ampia e articolata, fatta di senso della legalità, etica delle responsabilità, pensiero critico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.