Dalle cantine Zito nasce “Alceo” il vino dei poeti, Cirò rosso classico” di sole uve Gaglioppo

Dalle cantine Zito nasce “Alceo” il vino dei poeti, un vino fermo dal sapore intenso e persistente:” Cirò rosso classico”, di sole uve Gaglioppo. “La nostra terra è una ricchezza infinita,-si legge in una nota dell’azienda- i suoi frutti sono i nostri gioielli, coltiviamo i nostri vigneti, e raccogliamo grappoli dolci e succosi per rendere il nostro vino assolutamente unico”. Quale miglior connubio tra vino  cultura e territorio attraverso Alceo: il poeta degli ebbri versi. Alceo fu un poeta greco vissuto fra il 620 ed il 560 a.C. a Mitilene, sull’isola di Lesbo nel Mar Egeo. Numerose lotte interne segnarono una svolta sociale e politica all’interno della città: prima dell’avvento di Pittaco al potere, Mitilene era governata dai tiranni Melancro e Mirsilo. Alceo era contro ogni tipo di tirannide, per cui alla morte di Mirsilio, esprimendo tutto il suo gaudio, esclamò:“Ora, bisogna ubriacarsi. Ora, bisogna che ognuno a forza beva: Mirsilo è morto”. Alceo è un uomo passionario che combatte per i suoi principi e questo si evince soprattutto attraverso i suoi scritti, dedica parecchi versi alla patria, all’amore verso i giovani. Solo in età avanzata si rivolge al vino come unico amico incapace di tradirlo. Il vino era, infatti, la grande passione del poeta. L’esistenza è breve diceva, colma di affanni ed incertezze: bisogna quindi trovare un modo per renderla piacevole e l’atto del bere è l’unica azione che rende ciò possibile. E dalla forza del poeta che lo contraddistingue, dal suo carattere forte e passionale che nasce questo nettare degli dei in terra cirotana.