La lettera di Maria: “i miei genitori curati per 10 anni, grazie al servizio ADI dell’ASL di Cirò Marina”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera indirizzata al servizio ADI dell’ASL di Cirò Marina, che racchiude una testimonianza di assistenza a due anziani di Strongoli. Il servizio ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) è un servizio rivolto a persone in situazioni di fragilità, senza limitazioni di età o di reddito, consiste in un insieme di trattamenti medici, infermieristici e riabilitativi integrati con servizi socio-assistenziali.
A tutti loro va il ringraziamento della signora Maria, al quale ci uniamo.

Gent.mo Direttore,
mi chiamo Maria,  sono la figlia di due persone speciali, due genitori unici, che dopo un lungo percorso di malattia, assistiti dal servizio ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) dell’ASL di Cirò Marina sono passati a miglior Vita.

Ho deciso di scrivere questa lettera per un preciso motivo: “Ringraziare l’ASL di Cirò Marina (mia ASL di riferimento vivendo a Strongoli) e il Servizio ADI .

In un Territorio in cui sempre più spesso si denunciano episodi di Malasanità, invece, io voglio  elogiare il Servizio ADI, in primis nella persona del dr Mingrone, e tutto il personale medico, paramedico e amministrativo, per la professionalità, l’amore e la dedizione con cui ogni giorno svolgono il loro lavoro.

Professionisti che negli ultimi 10 anni sono stati vicini alla mia famiglia nella cura di entrambi i miei genitori che per malattie diverse necessitavano di assistenza.

In questi anni, grazie al loro aiuto e al loro sostegno siamo riusciti a rendere la vita dei miei genitori, nonostante tutto, “Vivibile”, donando loro tutto quello che il Servizio Sanitario Italiano prevede.

Un particolare ringraziamento va a due dottori del Servizio ADI: il dr. Greco (Nutrizionista) e la dr.ssa De Rito (Geriatra). La loro immensa professionalità ha permesso ai miei genitori di “Vivere” attraverso importanti regole nutrizionali e geriatriche, e a noi figli di ricevere i giusti insegnamenti per applicarle.

Purtroppo alcune settimane fa è venuto a mancare anche mio Padre, dopo 2 anni dalla morte di mia Madre.  Nonostante il dolore,  posso dire di essere  sicura di una cosa, che l’amore a loro dato dalle Infermiere e dagli Infermieri che si sono susseguiti in questi anni è stata la medicina più “potente” che gli sia mai stata somministrata.

Il servizio ADI è decisamente molto importante per una categoria di malati così speciale e la sua eccellente gestione permette anche ai familiari di non sentirsi soli e incapaci di occuparsi dei loro Congiunti.

Poi, gli Infermieri che prestano servizio a domicilio, diventano parte integrante di ogni singolo nucleo familiare e portando i loro sorrisi (farmaco eccezionale, sia per il malato che per i familiari), riescono a trasmettere  la forza necessaria per affrontare ogni  nuovo giorno.

Io, periodicamente mi recavo presso la sede del Servizio per adempiere ai vari obblighi burocratici, posso dire che in mezzo a loro si respira aria di famiglia. Tutti sempre disponibili ad aiutarti nello svolgimento di tutte le pratiche necessarie per garantire ai miei genitori tutti gli ausili di cui avevano bisogno.

Concludendo voglio dire a voi, uomini e donne speciali, che avete reso il difficile cammino della malattia dei miei genitori molto più lieve:  “ GRAZIE DI CUORE”.

Maria Fiorita