...


Tonio Fortebraccio, Francesco Mangialardi e Michele Potenza in una mostra en plein air

Ogni Sabato nella Piazzetta XXIV Maggio, sul Corso Umberto di Vibo Valentia

La Redazione

Vibo Valentia, venerdì 27 ottobre 2017.

Tonio Fortebraccio, Francesco Mangialardi e Michele Potenza in una mostra en plein air (1)Anche questo sabato 28 ottobre, per i pittori Antonio Fortebraccio, Francesco Mangialardi e Michele Potenza, verrĂ  vissuto come un giorno speciale. Tutte le settimane, di sabato mattina, i tre artisti vibonesi arrivano nella Piazzetta XXIV Maggio, in cima alla gradinata che porta su Corso Umberto, ed allestiscono una mostra di opere pittoriche in una sorta di Galleria d’arte en plein air  che si affaccia sulla chiesa del Rosario e sulla cittĂ  intera. Tonio Fortebraccio, Francesco Mangialardi e Michele Potenza in una mostra en plein air (4)Tempo meteorologico permettendo, e dalle otto a mezzogiorno, i tre pittori saranno lì, accanto alle loro tante opere, pronti ad illustrare le colorate tele direttamente alla gente che passerĂ  in quella zona, in un vero e proprio “portare l’arte in mezzo alla gente e renderla fruibile a livello popolare”. Ma vediamo di conoscere meglio questi tre artisti del vibonese. Francesco Mangialardi è nato a Mileto nel 1953, nella stessa cittadina dove oggi vive ed opera. Dopo le scuole d’obbligo viene avviato dalla famiglia agli studi artistici che però abbandona dopo due anni, costretto, com’è dalla vita a cercarsi un lavoro e collaborare all’economia familiare. Giovanissimo si trasferisce a Roma dove troverĂ  lavoro nei pressi di piazza di Spagna come commesso in un magazzino. Poi la svolta, vent’anni fa, nel 1998. E’ il critico d’arte Remo Alessandro Piperno, a scoprire le grandi doti del pittore calabrese e a presentarlo al grande pubblico con una mostra personale allestita nel 2000 presso la galleria il Ponte. Da quel momento è un continuo di successi.Tonio Fortebraccio, Francesco Mangialardi e Michele Potenza in una mostra en plein air (3) Il secondo pittore della piazzetta è Antonio Fortebraccio, artista vibonese nato nel 1947, padre e “padre d’arte” del pittore Ercole Fortebraccio. Un artista autodidatta e molto conosciuto nelle estemporanee la cui ispirazione è spesso originata dall’attenta osservazione della realtĂ , della natura e del paesaggio circostante. In particolare Fortebraccio da sempre ama dipingere i suggestivi vicoli dei nostri paesi calabresi con le colorate insegne di botteghe e tabacchini, testimoni silenziosi di una cultura contadina antica che convive con paesani che lavorano lontano dalla terra. Tonio Fortebraccio, come si firma sulle sue tele, è detentore di una tavolozza molto vivace, forte e dalle calde tonalitĂ  cromatiche. Un appuntamento settimanale fisso, questo di Piazza XXIV Maggio, al quale di volta in volta si aggregano tanti altri artisti, primo fra tutti Michele Potenza, bravo pittore e scultore vibonese che su corso Umberto aveva una suggestiva e piccola bottega d’arte dove convivevano strette strette creazioni in legno e colorate tele con una antica legatoria artigianale. Tonio Fortebraccio, Francesco Mangialardi e Michele Potenza in una mostra en plein air (2)Fortebraccio, Mangialardi e Potenza sono oggi autori molto presenti nella vita artistica sia regionale che nazionale ed hanno preso parte a numerose rassegne, ricevendo premi e attestati di merito per la loro produzione artistica. Numerose loro opere si trovano oggi in collezioni pubbliche e private, sia in Italia che all’estero.
Franco Vallone



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>