...


Torretta, il ricordo di Tonino Scarpino si rinnova nel terzo Memorial a lui intitolato

La vita del “maestro” Tonino raccontata anche quest’anno in una calda serata d’agosto

Nunzio Esposito

CRUCOLI TORRETTA, venerdì 16 Agosto 2019.
Nick Luciani

CRUCOLI TORRETTA – La voce
storica torrettana della musica ricordata dalla “Voce dell’anima” Nick Luciani,
ex cantante dei Cugini di Campagna che da alcuni anni ha intrapreso la carriera
da solita.

E’ stato lui, infatti, l’ospite
d’onore che ha impreziosito ulteriormente il Memorial Tonino Scarpino, giunto
quest’anno alla terza edizione ed andato in scena il 10 agosto scorso nella
consueta location della villetta comunale “ex Ottagono” affacciata da un lato
sul lungomare sud, dall’altro sull’incantevole mare calmo della sera (come
ripeteva una celebre canzone di Andrea Bocelli) che in questo periodo sta
impreziosendo l’estate turistica dei numerosi villeggianti presenti nella
nostra localitĂ .

Il senso della manifestazione,
fortemente voluta dal fratello Franco e dai familiari, è quello di ricordare un
pezzo di storia di Torretta, soprattutto musicale, che da tre anni esatti non c’è
più: da quel lunedì primo agosto 2016 quando da Parma, dove da mesi combatteva
con coraggio e determinazione contro un male incurabile, giungeva la notizia
della scomparsa del “maestro” Tonino Scarpino.

Il pubblico presente al Memorial

E quel cuore che con tenacia
aveva combattuto fino all’ultimo, da allora continua a pulsare nel ricordo dei suoi
cari, vicini fino all’ultimo, dei suoi amici, di coloro che hanno avuto l’onore
di conoscere il suo sorriso, la sua voglia di vivere, la sua straordinaria voglia
di cantare, di volteggiare con le dita sulle corde del suo fedele basso elettrico
o imbracciando la piĂą armonica chitarra acustica.

Per questo, che già l’anno dopo, proprio
il suo naturale erede, Franco (che ne ha ereditato, per performance canore e
passione musicale l’appellativo di “maestro”) dà il via al “Memorial Tonino
Scarpino” in una calda sera d’agosto proprio sul lungomare Kennedy di Torretta.

Tony De Luca e Sharon Scarpino

E dopo le partecipazioni di chi
ha vissuto assieme a lui la gioia di suonare e cantare davanti al pubblico, in
questa terza edizione, presentata da un “maestro” del microfono come Antonio De
Luca (carissimo amico di Tonino e della famiglia) si sono esibiti le giovani
voci locali che hanno avuto l’onore e il piacere di conoscerlo, oltre alla
cantante parmense Cinzia Felloni, l’ospite d’onore Luciani e quindi il fratello
Franco.

La bella e calda serata di sabato
10 agosto, presenziata da un pubblico numeroso e partecipe, si è aperta con la
proiezione di un video che tra decine di foto ricordava Tonino Scarpino, classe
1949, una vita lavorativa nelle ferrovie dello stato conclusasi con il meritato
pensionamento nel 2007 ed il resto della sua esistenza suddivisa tra famiglia e
la sua musica, quella con la quale era cresciuto e con la quale aveva iniziato
ad esibirsi in tantissimi locali e piazze locali, del circondario e anche
oltre.

Dalla sua prima band “I
Comanches”, nata negli anni sessanta tra amici che si ritrovavano nello storico
Bar Basilio e composta da Tonino (basso e voce), Serafino Turco (chitarra
solista), Vincenzo Scorpiniti 
(tastiera), Gino Rizzuti (batteria), Anotnio cersosimo (Voce), al gruppo
fondato a Cutro nel decennio successivo, “Alunni dell’iride”, assieme Mimmo
Muraca, Rosario Caporale, Franco Sarcone e Gino Manna, passando poi al
repertorio più tradizionale negli anni ottanta, grazie al gruppo “Aldo (Lama) e
gli amici del liscio” e quindi ad un genere sicuramento più moderno con la band
nata a Crucoli, i “Sonus 83”, su invito dei fratelli Nunzio e Pietro Esposito
(rispettivamente voce e tastiere) ed assieme a Gino Nigro (chitarra), Giuseppe
Vulcano (batteria) e con Tonino al basso elettrico, oltre ad esibire un
repertorio ed una voce inimitabile.

Intanto arrivano le sue
performance con i “Mito” storico gruppo torrettano targato Gabriele Marino,
Maurizio Farao, Gennarino Minicò, Mimmo Ciccopiedi, per poi collaborare con gli
“Old Stars”, anche questi di Cutro e quindi concludere le sue partecipazioni
con il “Family Group”, una band nata tutta “in casa” assieme ai figli Pasquale,
Francesco e Rosaria.

Negli ultimi anni, anche a causa
della malattia, per la quale si era praticamente dovuto trasferire assieme alla
moglie a Parma, aveva lui stesso voluto passare una sorta di testimone al
fratello Franco, che nel tempo libero si diletta ad esibirsi per locali con un
repertorio che sembrerebbe persino ereditato dal compianto Tonino, ed oggi è
proprio lui a portarne avanti il ricordo con il Memorial.  

La parte musicale di questa terza
edizione, come dicevamo si è aperta con le giovani voci di Rossana Cantelmo,
Aldo Lama Junior, Sonia Scigliano, Rossella lama, Mariateresa Panza, Maria
Giovanna Faiella, e Sharon Scarpino.

Poi l’esibizione di Cinzia
Felloni, cantante di origine parmigiana con alle spalle oltre 25 anni tra piano
bar e voce di diverse orchestre di liscio, nonché protagonista a Sanremo di
quest’anno, durante le serate del 69° Festival della canzone italiana in eventi
collaterali nei teatri adiacenti all’Ariston.   

Cinzia Felloni

Quindi, accolto da applausi ed
incitamento del numeroso pubblico assiepato nell’area ex Ottagono, l’ingresso
di Nick Luciani, il biondone ex voce dei Cugini (a proposito non li ha mai
citati, lo facciamo noi per dovere di cronaca), nei quali era entrato nel 1994
ed abbandonati per propria scelta e burrascosamente 20 anni dopo.

Oggi Luciani ha intrapreso una
non facile carriera da solista (brani suoi e ovviamente con la sua mitica voce
in falsetto) e nei suoi concerti alterna brani da lui composti e raccolti nel
suo primo cd “Ricomincio da me” con grandi successi del suo passato nella band.
Come ha fatto anche qui a Torretta, il cui clou non poteva non essere la bellissima
“Anima mia”, che ha fatto cantare tutti i presenti e conclusa da un tripudio di
applausi.

A chiudere la serata lo stesso
Franco Scarpino, che dopo avere fatto sfoggio delle sue buone qualitĂ  canore,
ha voluto ringraziare chi ha reso possibile l’organizzazione dell’evento: Rocco
Santoro, per l’organizzazione generale, Battista Lama, per la parte tecnica
audio, e Francesco Ciccopiedi, per le luci. Ma anche i vecchi amici che anche
stavolta hanno voluto esserci: Gino Rizzuti, Serafino, Vincenzo, Aldo, Pino,
Gino Manna, Mimmo Muraca, Franco, Nunzio, Battista e Donato.

Per il terzo anno Torretta non ha
riascoltato “Senza Luce” dalla voce di Tonino, ma è stata illuminata dal suo
bellissimo ricordo.

474 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *