...


Coppa Italia terzo turno, il Crotone sconfitto dalla Sampdoria esce dalkla competizione a testa alta

Nagati ai pitagorici due evidenti calci di rigore da un pessimo arbitro

Giuseppe Livadoti

CROTONE, lunedì 19 Agosto 2019.

Crotone       1

Sampdoria   3

Marcatori: Zanellato 7°, Caprari 37°,
Murru (R ) 41°, Maroni 59°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Gigliotti,
Cuomo, Golemic, Rutten (Mustacchio), Barberis (Ruggiero), Benali, Zanellato
(Gomelt), Molina, Messias, Nanni. All. Stroppa

Sampdoria (4-3-3): Audero, Bereszynski,
Murillo, Colley, Murru, Linetty (Gabbiadini), Vieria, Jankto, Ramirez (Ekdal),
Quagliarella, Caprari (Maroni). All. Di Francesco

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata

Assistenti: Longo – Santoro

Quarto giudice: Robilotta

Ammoniti: Benali, Jankto, Colley

Angoli: 10 a 6 per il Crotone

Recupero: 3 e 6 minuti

Spettatori: 8.068 incasso € 59.875

Il tecnico ospite Di Franceco elogia il
Crotone: “Sapevamo di trovare un Crotone in buona forma sostenuto da un
pubblico entusiasta della propria squadra che ci avrebbe messo in difficoltà e
così è stato. La prima parte dell’incontro stentavamo a contenere gli avversari
che potevano anche raddoppiare il vantaggio. Con il passare dei minuti abbiamo
ripreso in mano il boccino delle giocate sfruttando al meglio le occasioni a
nostro favore. La mia squadra è quasi pronta per il debutto in campionato”. Il
president Gianni Vrenna a fine gara ha dichiarato l’arrivo di altri giocatori e
per quanto riguarda il risultato finale dell’incontro il rammarico di una
sconfitta subita per volontà dell’arbitro che ha negate due evidentissimi
rigori al Crotone. A parte il risultato – ha affermato il presidente – mister
Stroppa sta facendo un ottimo lavoro e ci presenteremo alla prima di campionato
in buona forma”.

Crotone vs Sampdoria è sembrato di
rivivere a distanza di un solo campionato il clima della massima serie tra due
avversari che non hanno mai lasciato insoddisfatto il publico presente.
Bilancio dei quattro precedenti incontri della A favorevole ai pitagorici con
due vittorie un pareggio ed una sconfitta, sette gol realizzati dal Crotone,
otto dalla Sampdoria. L’incontro di Coppa Italia (giocato all’Ezio Scida a
campo invertito) non è stato da meno per intensità di gioco e voglia di
superararsi. Per i tecnici Stroppa e Di Francesco, l’appuntamento di Coppa
rappresentava anche l’ultima impegnativa prova per sondare il livello
tecnico/atletico raggiunto dai propri giocatori ad una settimana dall’avvio dei
rispettivi campionati. Blucerchiati in campo fin dall’inizio con il bomber
Fabio Quagliarella (26 gol realizzati in serie A la passata stagione).
Giocatore di notevole esperienza attaccante della Nazionale.

Al suo fianco mister Di Francesco ha
schierato Ramirez a destra, Caprari a sinistra. Alle spalle della prima linea
Linetty a destra, Vieira centrale, Jankto a sinistra.

Tra i pitagorici mancava il difensore
centrale Spolli sostituito da Cuomo ed all’ultimo momento mister Stoppa ha
dovuto rinunciare all’attaccante Simy per attacco febbrile. Al posto del
nigeriano in prima linea Nanni in coppia con Messias. Altra novità, per scelta
tecnica, il difensore Gigliotti fin dall’inizio al posto di Bellodi.

Primo tempo a favore degli ospiti per il
risultato scaturito ma a favore dei locali per numero di giocate pericolose che
avrebbero meritato più gol. Sampdoria per nulla pericolosa deve contenere un
Crotone  che sa come muoversi a centro
campo con Zanellato in ottima serata. Ed è proprio quest’ultimo che al settimo
minuto consente a Molina di realizzare il gol del momentaneo vantaggio. È sempre
il Crotone a fare la partita. Al minuto ventotto, dopo il timeout, Molina dalla
sinistra effettua un preciso cross per la testa di Benali che da ottima
posizione non mette dentro il pallone. Al tentaquattresimo minuto
triangolazione Zanellato, Messias, respinge il pallone il portiere. Pareggio
della Sampdoria  con Caprari in sospetta
posizione di fuori gioco. Il vantaggio degli uomini di Di Francesco su calcio
di rigore per fallo di Rutten su Murru. Dagli undici metri non sbaglia
Quagliarella.

Ancora a favore del Crotone i primi
quindici minuti della ripresa con giocate che meritavano il gol. La bravura del
portiere e l’imprecisione degli attaccanti lo hanno evitato. Triplica il
vantaggio al minuto  cinquantanove la
Samp con Maroni appena entrato. Il Crotone non meritava di subire il terzo gol.
In campo Mustacchio al posto dello spento Rutten per rafforzare la spinta
offensiva lungo la fascia sinistra. Fuori anche il centrocampista Barberis,
meno brillante rispetto ad altre partite, per fare posto a Ruggiero. Crotone
formato 3-4-3. Pitagorici fuori dalla Coppa Italia ma pronti per la prima di
campionato  contro il Cosenza. Difesa
pitagorica con qualche affanno in alcune giocate ma nel complesso ha tenuto
bene i quotati attaccanti ospiti, Quagliarella si è notato poco. L’assenza di
Simy in attacco e quella di Spolli in difesa, alla lunga hanno pesato sul
risultato finale. Sampdoria più concreta nei momenti decisivi, sia in attacco,
che in difesa. Il calciomercato chiude il due settembre ed il Crotone continua
ad essere in piena attività per l’arrivo di altri giocatori: un difensore, un
centrocampista, un attaccante.

ultato finale

82 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

One Response to Coppa Italia terzo turno, il Crotone sconfitto dalla Sampdoria esce dalkla competizione a testa alta

  1. SASA' Rispondi

    19 Agosto 2019 at 09:30

    DIRETTORE DI GARA IN MALA FEDE…QUESTO NON E’ CALCIO….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *