...


WhatsApp estende le videochiamate di gruppo fino a 8 partecipanti, ecco come funziona

L’ampliamento del numero di partecipanti riguarda sia le videochiamate che le chiamate vocali

Giuseppe Benevento

Mondo, giovedì 30 Aprile 2020.

WhatsApp, l’applicazione di di messaggistica istantanea di Facebook più diffusa al mondo, ha introdotto importanti novità nei suoi ultimi aggiornamenti.

L’ultima novità lanciata da WhatsApp, la nuova funzionalità per le conversazioni di gruppo: si potranno aggiungere fino a 8 partecipanti nelle chiamate sia voce che video. La feature è per ora in versione beta e occorre che ciascuno abbia installato sullo smartphone il sistema operativo più recente, sia per iOs che per Android. Lo riportano i media online americani.

Per poter utilizzare questa nuova funzione e raddoppiare il numero di partecipanti alle videochiamate di gruppo, è necessario che tutti i partecipanti abbiano istallato sul proprio dispositivo mobile l’ultimo aggiornamento di WhatsApp e deve installare l’aggiornamento iOs beta 2.20.50.25 da TestFlight o il sistema Android 2.20.133 beta da Google Play. Tutti i  partecipanti devono avere queste versioni dei sistemi operativi mobili o non possono godere della nuova feature per la conversazione di gruppo.

Se, anche installando i sistemi operativi più aggiornati, non si riesce a usare la chiamata o videochiamata con 8 partecipanti si può effettuare il backup delle proprie chat e disintallare e reinstallare WhatsApp.

Come funziona?
Basta aprire WhatsApp e cliccare sul tab Chiamate, fare un tap sull’icona della cornetta del telefono affiancato dal simbolo “+” e infine scegliere l’opzione Nuova chiamata di gruppo. A questo punto si selezionano i contatti da chiamare e avviare la chiamata, vocale o video, con l’apposito pulsante.

Il servizio di messaggistica di proprietà di Facebook prova così a far concorrenza a aziende come Skype e Zoom.

Facebook ha invece introdotto la possibilità di effettuare chiamate fino a 50 partecipanti, senza limiti di tempo, con Messenger Rooms.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *