...


Crotone, il post alluvione un vero dramma del territorio provinciale per le attività produttive e per molte famiglie

Il presidente f.f. della Calabria, Antonio Spirli, e la sua Amministrazione, a Crotone per annunciare immediati provvedimenti economici

Giuseppe Livadoti

CROTONE, martedì 24 Novembre 2020.

Tanta
rabbia da parte di un’intera popolazione provinciale per ciò che ha provocato
l’evento alluvionale nei precedenti giorni. Attività commerciali di ogni tipo devastati
dall’ira della pioccia quando, lentamente, si stavano riprendendo dalla crisi
per effetto del Covid-19. Strade dissestate e ponti crollati hanno ampliato
ancora di più le ferite. La solidarietà anche a livello Nazionale e da parte
delle Istituzioni non è mancata. Ieri il Ministro per i rapporti con le
Regioni, Angelo Boccia, è stato nella città di Pitagora insieme al responsabile
della protezione civile Angelo Borrelli. “In questa preoccupante situazione
Crotone e la Calabria non resteranno indietro e nulla sarà lasciato d’intentato
affinché si riprenda” ha affermato il Ministro.

Stamattina
a Crotone la presenza del presidente f.f. della Calabria, Antonio Spirlì,
insieme ad alcuni componenti della sua Giunta ha incontrato, nell’aula
consiliare del Comune, rappresentanti del settore produttivo, Sindaci del
territorio, Consiglieri comunali.

Presenti
i Sindaci: Sergio Ferrari (Cirò Marina), Maria Grazia Vittimberga (Isola Capo
Rizzuto), Raffaele Falbo (Melissa), Alfonso Dattolo (Rocca di Neto), Sergio
Bruno (Strongoli), il presidente f.f. della provincia di Crotone Simone
Saporito e, naturalmente, il Sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, che ha
ringraziato il presidente Spirli per averlo immediatamente chiamato nel mezzo
dell’evento alluvionale. 

Presente
la consigliera regionale Flora Sculco. Presente il presidente della
Confindustria provinciale Mario Spanò. 

Lungi
dal ripetere in questo caso che si è trattato della solita passerella
pre-elettorale, in Calabria si deve tornare a votare nei primi mesi del
prossimo anno per il rinnovo del Consiglio e per eleggere il nuovo Presidente.
Il dramma che ha vissuto e sta vivendo l’intero territorio crotonese durante e
post alluvione non lo consente, se questo è il pensiero di qualche politico:
mettersi in evidenza per le prossime elezioni regionali, commetterebbe un grave
errore. I cittadini sanno identificare chi realmente è stato vicino a loro in
questo momento e se ne ricorderanno quando dovranno mettere la scheda
nell’urna. I sindaci presenti all’incontro hanno all’unanimità avanzato le
richieste necessarie per fare ripartire il loro territorio. In primis la
questione della viabilità, come hanno affermato i sindaci di Strongoli, Sergio
Bruno e quello di Rocca di Neto, Alfonso D’Attolo.

Sergio
Bruno: “Un evento gravissimo che ha sconvolto l’intera comunità – ha dichiarato
Bruno – strade interrotte, negozi allagati e distrutti, case inagibili.
Protezione civile e Calabria verde al nostro fianco per cercare di
risollevarci. È il momento – ha detto il Sindaco – di agire da parte delle
Istituzioni e subito”.

Alfonso
D’Attolo: “Produrremo la documentazione a chi di competenza dei danni provocati
dall’alluvione all’intera comunità, soprattutto faremo presente il grosso
problema dei due torrenti che sfociano nel Neto che straripano ad ogni
abbondante pioggia per mancanza di manutenzione preventiva”.

Tutti
gli amministratori che hanno preso la parola hanno evidenziato solidarietà e
interessamento concreto per il territorio crotonese. Le dichiarazioni del
presidente f.f. Antonio Spirlì:

“Dichiarato
lo stato di calamità per tutte le zone interessate all’evento alluvionale – ha
dichiarato il presidente – La presenza del Ministro Boccia a Crotone è stato un
altro segno importante della vicinanza del Governo. Regione Calabria, Amministrazione
comunale e provinciale di Crotone un unico “blocco” per stare vicino alle aziende
e alle persone che hanno subito notevoli danni.

I
tempi d’intervento per i ristori  – ha
dichiarato il presidente – saranno quelli dettati dalla burocrazia. Per evitare
tempi lunghi, l’Amministrazione regionale ha messo subito in atto tutti i provvedimenti”.
Ciò che avverrà nei prossimi giorni o fra qualche settimana a proposito degli
aiuti economici, diranno se la visita a Crotone del Ministro Boccia e del
presidente f.f. della Calabria, Spirli, è stata una passerella elettorale o un
vero interessamento concreto vero i territori danneggiati.             

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *